Category Archives: Senza categoria

slide generalegialla

D.O.O.R Academy

By | Senza categoria | No Comments

Dalla collaborazione tra D.O.O.R. e 001 nasce a Roma D.O.O.R ACADEMYDivergent Visions un master specializzato nei moderni linguaggi della fotografia documentaria.

Nella società dell’immagine l’ipervisibilità rende ciechi, insensibili, conformi anche quando non lo siamo. Obbiettivo principale del master è imparare a guardare in una modalità diversa, che si discosti dalle mode e dalle didascalie del reale. Una visione capace di arrivare in profondità attraverso l’evocazione, l’immaginazione e l’indagine.

Il master si terrà presso la sede di 001, la durata sarà di otto mesi: da ottobre 2015 a maggio 2016. Sarà tenuto da Massimo Mastrorillo, fotografo con un’esperienza pluriennale nel campo della didattica (Scuola Romana di Fotografia, Outside School, John Kaverdash, LUZ Academy, Leica Academy) e vincitore di diversi premi internazionali. Ad arricchire e completare il corso con la loro personale visione ci saranno tre workshops di due giorni con importanti e innovativi autori dello scenario fotografico internazionale: Ricardo Cases (BLANK PAPER COLECTIVO), Federico Clavarino (autore e docente alla BLANK PAPER ESCUELA) e Max Pinckers (MAGNUM PHOTOS). Il corso diventa così vero e proprio laboratorio creativo di sperimentazione, basato sull’idea che lo sviluppo delle capacità dei singoli individui debba avvenire all’interno di un processo di apprendimento basato sulla condivisione e sulla collaborazione.

Obbiettivi del master:

  • Sviluppare le capacità autoriali e creative, l’approccio tecnico e la consapevolezza degli studenti.
  • Fornire le conoscenze necessarie per operare nel mercato e produrre lavori che rispondano alle richieste dello stesso.
  • Mettere in luce gli aspetti pratici per risolvere eventuali problemi logistici e creativi che un autore può incontrare nella realizzazione di lavori professionali e progetti personali.
  • Apprendere come rendere concettualmente valido il proprio lavoro e sviluppare una personale visione e capacità di lettura, nell’ambito della fotografia documentaria e del fotogiornalismo.
  • Abituare gli studenti ad avere cura della precisione e del dettaglio, nella fase sia realizzativa che di editing e di presentazione dei propri lavori.

  • Insegnare a raccontare delle storie, cercando di mantenere un perfetto equilibrio tra forma e contenuto.

  • Spingere gli allievi a sganciarsi da soluzioni narrative stereotipate.

  • Imparare a utilizzare le immagini come se fossero delle parole, a “vedere” in maniera diversa, usando tutti gli organi di senso e non solo quello della vista.


Al termine del percorso formativo è prevista una pubblicazione editoriale dei lavori migliori a cura di 001 e D.O.O.R.

Il costo del corso è di 1000 euro. Al momento dell’iscrizione bisognerà versare 300 euro, non rimborsabili in caso di rinuncia. Il resto potrà essere saldato attraverso rate mensili.È richiesto l’invio di un portfolio di selezione. 

Compatibilmente con il numero di iscritti sarà presa in considerazione la partecipazione ai workshops anche per studenti esterni al master, previa selezione e pagamento di una quota da stabilire. In occasione di ogni workshop è previsto un talk con l’autore, aperto al pubblico. 

Per Informazioni scrivere a:

info@zerozerouno.org                  

BIOGRAFIE DOCENTI

Massimo Mastrorillo ha lavorato principalmente a progetti fotografici a lungo termine dedicandosi all’analisi delle profonde conseguenze dei conflitti e dei disastri naturali nella società. Tra i suoi principali progetti: “Mozambique, a nation in balance between poverty and dream”, “Indonesia: Just Another Day”, “The Width of the Line”, “White Murder”, “Bosnia and Herzegovina: if Chaos awakens the Madness”, “Life after Zero Hour”, “Aliqual”. Tra i suoi  premi: World Press Photo, Pictures of the Year International (terzo premio Magazine photographer of the year) e Best of Photojournalism (terzo premio Magazine photographer of the year)), PDN Photo Annual, International Photographer of the Year al 5th Annual Lucie Awards, il Sony World Photography Awards,  l’Aftermath Grant (finalista nel 2011), nomination per il premio Pictet 2009 “Earth” e 2015 “Disorder”. Attualmente sta lavorando a: “The Sea is Us”, un progetto sui beni confiscati alle organizzazioni criminali mafiose in Italia, selezionato tra i finalisti del premio Vevey Images 2015. È stato Talent Manager dell’agenzia LUZ e fondatore e docente della Luz Academy. È Leica Ambassador e docente presso la Leica Akademie e la Scuola Romana di Fotografia.

www.massimomastrorillo.com

Ricardo Cases nato ad Orihuela, Alicante (Spagna) nel 1971, ha conseguito una laurea in Scienze dell’Informazione presso l’Universidad del País Vasco, Bilbao (Spagna). Nel 2006 entra a far parte del Collettivo Blank Paper.
Nel 2008 crea con il designer Natalia Troitiño “Fiesta Ediciones” e dal 2013 è membro della piattaforma AMPARO. Dal 2007 svolge la sua attività di insegnante presso la scuola di fotografia Blank Paper, l’Istituto Europeo di Design (Madrid, Spagna) e l’EFTI (Madrid, Spagna).
Attualmente è rappresentato da La Fresh Gallery (Madrid, Spagna), la Galería Angeles Baños (Badajoz, Spagna) e La New Gallery (Madrid, Spagna).
E’ interessato a ciò che è umano e antropologico. Al di là del sociale e documentario cerca le pulsazioni veritiere e universali sotto la superficie del banale, spesso kitsch, ma anche affascianate della Spagna contemporanea.

www.ricardocases.es

Federico Clavarino nasce a Torino, nel 1984, dove studia letteratura e scrittura creativa presso la Scuola Holden.
Si trasferisce a Madrid nel 2007 dove studia fotografia documentaria presso la Blank Paper Escuela ( www.blankpaper.es ), dove attualmente insegna.
“Italia o Italia” è il suo terzo libro fotografico, successivo a La Vertigine ( Fiesta Ediciones, 2010) e Ukraine Passport (Fiesta Ediciones, 2011).
Definisce il suo lavoro come “proveniente da problemi di collocazione nello spazio e nel tempo”.
Trova rifugio nell’immaginario, modellandolo attraverso la fotografia, in uno sforzo di ricostruzione del mondo partendo da frammenti significativi, al fine di renderlo abitabile. Non esiste alcun contesto evidente ma, la realtà trascende e si ricrea attraverso la somma delle immagini e le relazioni che si stabiliscono tra loro.

www.federicoclavarino.com

Max Pinckers (1988) è un fotografo belga  i cui lavori sono regolarmente pubblicati ed esposti a livello internazionale. Tra il 2008 e il 2012  ha studiato presso la Scuola d’Arte ( KASK ) di Ghent. Nel 2013 il suo libro auto-prodotto “The Fourth Wall”, che indaga le possibili relazioni tra il mondo della cinematografia di Bollywood  e le radici socio-culturali dell’India, è stato selezionato per l’Aperture First Photobook Award a Paris Photo. Ha inoltre vinto il City of Levallois Photography Award ed è stato nominato da Martin Parr per il Best Photo Book of the Year al Fotobook Festival di Kassel. Il suo ultimo libro  “Will They Sing Like Raindrops or Leave Me Thirsty” è il risultato del lavoro assegnatogli dall’Europalia International Arts Festival. Dal 2015 è nominee presso Magnum Photos.

www.maxpinckers.be

D.O.O.R. Do (It) Original Or Renounce

Nel cuore di Roma, di fronte al Gazometro, D.O.O.R. è uno studio polifunzionale per l’ideazione, la realizzazione e la diffusione della cultura visiva. Una porta che diventa spazio. Uno spazio che diventa factory con l’ambizione di condividere competenze per creare progetti innovativi. Dallo scatto all’editing, dalla curatela al publishing, dalla produzione video/fotografica al talent, D.O.O.R. offre servizi di professionisti del settore e crea sinergie con altre realtà affini del mondo dell’immagine.

Originale è generare rapporti. 

D.O.O.R. è un’idea di Paolo Cenciarelli, Massimo Mastrorillo e Pamela Piscicelli.

www.doitoriginalorrenounce.it

Almeria, Andalucia. Novembre 2011

Masterclass: Sintesi

By | Senza categoria | No Comments

Una masterclass a quattro mani. Il fotografo e l’editor sono due figure che si completano e forniscono ai partecipanti le competenze necessarie a portare a termine un progetto fotografico professionale. Il corso si divide in tre fasi: la progettazione del lavoro, concordato in base alle attitudini dei singoli partecipanti, la realizzazione, sempre guidata dai docenti, che, con incontri mensili evidenzieranno errori e meriti attraverso la ricerca fotografica di progetti di succeso. La terza ed ultima fase è quella di editing, guidata esclusivamente dall’editor per fornire ad ogni progetto il taglio più adeguato e realizzare una mostra collettiva. La masterclass sarà intervallata da tre incontri con fotografi professionisti che arricchiranno il percorso dei partecipanti portando la loro esperienza e fornendo una lettura portfolio.
|Annalisa D’Angelo|
E’ curatrice, editor e consulente indipendente.
Collabora con il fotogiornalista Paolo Pellegrin dal 2006. Negli anni ha lavorato con Machiel Botman, Lorenzo Castore, Kathryn Cook, André Liohn, Stefano de Luigi, Pietro Masturzo, Simona Ghizzoni, Alessandro Penso e molti altri.
Ha fatto parte del comitato scientifico di Fotoleggendo. Ha curato svariate mostre in Italia e all’estero.
|Alvaro Deprit|
è nato a Madrid. Ha studiato Filologia Tedesca alla ‘UCM’ di Madrid e alla ‘Otto Friedrich’ di Bamberg (Germania). E’ particolarmente interessato a progetti sugli elementi critici della ‘modernità’, come l’immigrazione e la frammentazione culturale. I suoi lavori sono stati esposti ad Arles, Roma, Madrid, Barcellona, Londra, New York e i suoi clienti includono tra gli altri L’Espresso, Newsweek, Playboy, Vanity Fair, Internazionale, Glamour, The Fader, Riders, British Journal of Photography, D la Repubblica. Ha vinto il PhotoEspaña OjodePez Human Values Award, BJP’s International Photography Award e il Viewbook Photostory Contest e riconoscimenti come Voies Off Arles, Oskar Barnack Preis and Sony Award.
www.alvarodeprit.com

Gli incontri extra con lettura portfolio saranno tenuti da:
Simona Ghizzoni
Pietro Masturzo
Alessandro Penso

ORE DI LEZIONE: 68
NUMERO DI LEZIONI: 8
MAX 12 ALLIEVI
COSTO: 600€

le ore di lezione sopra indicate non conteggiano gli incontri extra.

le lezioni si terranno di Sabato, le prime due durante il week end del 11 e 12 Aprile.

iscrizioni entro il 27 Marzo 2015

per iscriverti o ricevere maggiori informazioni scrivi a:
info@zerozerouno.org

cartolina fronte luz copia copia

Masterclass: Luz Academy

By | Senza categoria | No Comments

LUZ Academy,organizza a Roma un corso specialistico in fotografia documentaria, in collaborazione con l’Associazione Culturale 001, della durata di otto mesi: da ottobre 2014 a maggio 2015.
Le lezioni saranno tenute da Massimo Mastrorillo, fotografo con un’esperienza pluriennale nel campo della didattica (Scuola Romana di Fotografia, Outside School, John Kaverdash, Leica Academy) talent manager dell’agenzia LUZ, e vincitore di diversi premi internazionali. Da ottobre 2014 a maggio 2015 saranno previsti nell’ambito del corso anche tre workshops di due giorni tenuti da autori LUZ (Arianna Arcara, Luca Santese, Gabriele Micalizzi e Gabriele Stabile di CesuraLab e Roberto Boccaccino), che forniranno altri spunti di riflessione sui metodi narrativi del fotogiornalismo. Il seminario sarà un laboratorio creativo di sperimentazione basato sull’idea che lo sviluppo delle capacità dei singoli individui debba avvenire all’interno di un processo di apprendimento basato sulla condivisione e sulla collaborazione.

Tra gli obiettivi del corso specialistico:
• Sviluppare le capacità autoriali e creative, l’approccio tecnico e la consapevolezza degli studenti.
• Fornire le conoscenze necessarie per operare nel mercato e produrre lavori che rispondano alle richieste dello stesso.
• Mettere in luce gli aspetti pratici per risolvere eventuali problemi logistici e creativi che un autore può incontrare nella realizzazione di lavori professionali e progetti personali.
• Apprendere come rendere concettualmente valido il proprio lavoro e sviluppare una personale visione e capacità di lettura, nell’ambito della fotografia documentaria e del fotogiornalismo.
• Abituare gli studenti ad avere cura della precisione e del dettaglio, sia nella fase realizzativa che di editing e di presentazione dei propri lavori.
• Insegnare a raccontare delle storie, cercando di mantenere un perfetto equilibrio tra forma e contenuto.
• Spingere gli allievi a sganciarsi da soluzioni narrative stereotipate.
• Imparare a utilizzare le immagini come se fossero delle parole, a “vedere” in maniera diversa, usando tutti gli organi di senso e non solo quello della vista.
Il costo del corso è di 1000 euro. Al momento dell’iscrizione bisognerà pagare 300 euro, non rimborsabili in caso di rinuncia. Il resto potrà essere saldato attraverso rate mensili. È previsto l’invio di un portfolio e una selezione curata dai docenti. Il numero massimo di partecipanti è di 15 studenti.

Ai workshop potranno partecipare anche studenti esterni al seminario, previa selezione e pagamento di una quota da stabilire. In occasione di ogni workshop è previsto un evento serale, aperto al pubblico, con presentazione dei lavori.

 

Biografia Docenti

Massimo Mastrorillo

Ha lavorato principalmente a progetti fotografici a lungo termine, dedicandosi all’analisi delle profonde conseguenze dei conflitti e dei disastri naturali nella società. Ha vinto numerosi premi internazionali tra cui il World Press Photo, il Pictures of the Year International, il PDN annual, il Photographer of the Year IPA/Lucie Awards e l’Aftermath Grant. Ha esperienza pluriennale d’insegnamento presso la Scuola Romana di Fotografia, la John Kaverdash School e la Leica Accademy. È Leica Ambassador in Italia e Talent Manager dell’agenzia LUZ.

Arianna Arcara

Arianna Arcara ha frequentato l’Istituto d’Arte di Monza dove ha cominciato ad interessarsi di fotografia. Dopo aver frequentato l’Istituto europeo di Design ed una scholarship al Milwaukee Institute of Art and Design, comincia a lavorare nello studio di Alex Maioli. Nel 2008 fonda insieme ad altri colleghi il collettivo Cesura. Il libro “Found photos in Detroit” realizzato insieme a Luca Santese, è stato selezionato da Gerry Badger, John Gossage e Erick Kessels come miglior libro fotografico del 2012. Vive tra Milano e Piacenza.

Roberto Boccaccino

Roberto Boccaccino si occupa primariamente di ricerche fotografiche di lungo corso e progetti documentari. Nel 2009 frequenta il corso di Advanced Visual Storytelling presso la Danish School Of Media and Journalism di Århus, Danimarca. Il suo lavoro di diploma vince il Premio ATF Fnac (menzione speciale “Internazionale”) nel 2010 e diventa parte di un progetto molto più ampio su una generazione, sviluppato tra Europa, Nord America e Medio Oriente. Nel 2010 è anche vincitore del primo premio nella categoria ritratto al Årets Pressefoto. La sua serie “Toy Town” è stata selezionata per il Lumix Photojournalism Festival di Hannover ed esposta in una mostra personale al Brandts Museum di Odense. Attualmente vive a Palermo portando avanti lavori su diverse città italiane e sul loro immaginario.

Gabriele Micalizzi

Gabriele Micalizzi inizia la sua carriera di fotogiornalista molto giovane, cominciando a lavorare con l’agenzia NewsPress di Milano, Dopo aver frequentato la scuola d’Arti Applicate del Castello Sforzesco di Milano, specializzandosi come illustratore, fonda il progetto Cesura sotto la direzione artistica di Alex Maioli. Nel 2010 documenta le proteste delle “Camicie Rosse” a Bangkok, nel 2011 la primavera araba in Tunisia, Egitto e Libia. Sta continuando a lavorare nel Medio Oriente, concentrandosi sulle tensioni politiche nella Striscia di Gaza e le rivolte in Turchia e in Europa, sulla crisi economica e d’identità dei paesi del Mediterraneo, in particolare in Grecia e Italia. I suoi lavori sono stati pubblicati sul New York Times, Herald Tribune, New Yorker, Newsweek, Espresso, Wall Street Journal.

Luca Santese

Luca Santese diplomatosi all’Accademia di Brera, ha lavorato come assistente allo studio di Alex Maioli. Dal 2008 fa parte del collettivo Cesura. I suoi lavori sono stati pubblicati ed esibiti in Europa, Russia e Stati Uniti. Il suo libro “Found photos in Detroit” è stato selezionato da Gerry Badger, John Gossage e Erick Kessels come miglior libro fotografico del 2012. Ha vinto un World Press Photo nel 2010.

Gabriele Stabile

Gabriele Stabile e’ un fotografo italiano che vive tra Roma e New York. Ha studiato ed insegna all’ICP, ha lavorato per Aperture su un progetto di ricerca biennale, e’ stato inserito in PDN30 nel 2010. Gabriele ha esibito in musei e gallerie e ha collaborato assiduamente al New Yorker, al NYT, a FADER, a Lucky Peach, e su tante altre riviste e quotidiani internazionali. La sua monografia sui rifugiati, “Refugee Hotel” e’ stata pubblicata da McSweeneys’ nel 2012.