OLTRE LE PAROLE

L’integrazione tra una realta’ assordante ed una priva di suoni puo’ veramente esistere? Un gruppo di ragazzi sordi ed udenti ,ha voluto raccontare proprio questa difficolta’,attraverso una sperimentazione teatrale. Il copione suggerisce anche la via per affrontarla: insieme,oltre le parole,sforzandosi di capire,accettare e superare i limiti e le difficolta’.Questo lavoro ,rappresenta con piccoli frammenti,l’inizio di un progetto che cerca di raccontare, ma prima ancora di conoscere e capire cosa realmente c’e’ dietro una vera e propria lingua la lis (lingua italiana dei segni).Segni che hanno uno specifico significato codificato ed assodato come avviene per le parole,dietro ai quali si apre una visione apparentemente lontana e differente dal mondo degli udenti .