Valerio Polici | Ergo Sum

By 12 febbraio 2015 Webzine No Comments

ERGO SUM

Growing up is a complex and sometimes a very painful pro- cess. The responsibility, the re- nouncements, and the loss of wonder could be often hard to accept. Terrorized by this tran- sition, some kids decide to stop for a while, in a halfway stage, to have their “out of time”, be- fore the serenity and the care- lessness vanish forever. Valerio Polici decided to speak about this suspension through the story of a community of some graffiti writers, who found in their activity the per- fect medium to escape. In the obsessive research of a mo- mentary freedom, they tend to substitute the real world with the micro-reality they feel to belong to. Their existence is thrown in this limbo populated by myths, legends and heroic deeds, and where they often remain locked for the entire life. The appeal of being outlaw, the obstacles, and the theatri- cality of the settings in which their “missions” take place make their life look like that of some modern knights-errant, with their constant request for new adventures. In the last two years, Polici has followed sev- eral groups of graffiti writers, in Europe and also in Argen- tine. Between raids, climbing, endless rides and adrenaline, this is the story of their escape.

Diventare adulti è un processo complicato e a volte molto doloroso. Le responsabilità, le rinunce, la perdita dello stupore, non sono sempre facili da accettare. Terrorizzati da questo passaggio alcuni ragazzi decidono di fermarsi o per un pò in uno stadio intermedio, di prendere la loro ora d’aria, prima che spensieratezza e leggerezza svaniscano per sempre. Valerio Polici racconta questa sospensione, attraverso una comunità, quella dei writers, che nei graffiti trovano lo strumento perfetto per quest’ evasione. Nell’ossessiva ricerca di una libertà momentanea, tendono a sostituire il mondo con la loro mitica realtà, alla quale sentono di appartenere davvero. Le loro esistenze vengono catapultate in questo limbo popolato da miti, leggende e gesta eroiche, dove spesso rimangono intrappolati per tutta la vita condannandosi a un eterno vagare. Il fascino del proibito, gli ostacoli e la teatralità dei luoghi dove si svolgono le “missioni”, fanno sembrare le loro vite, quelle di moderni cavalieri erranti sempre alla ricerca di nuove avventure. Negli ultimi due anni, Polici, ha seguito diversi gruppi di writers, in Europa e in Argentina. Tra incursioni, scalate, corse infinite e tanta adrenalina, questa è la storia della loro fuga.

Leave a Reply